I vanitosi e profumati uomini dell'Oman

 

blog-single-image

Tuniche tradizionali immacolate, barbe curate, profumi esotici e camminata regale ...

 

Queste le caratteristiche che colpiscono l'occhio del turista in visita in Oman. Nel sultanato i maschi omaniti si curano in maniera maniacale, volendo apparire tra di loro come segno di rispetto e di accettazione sociale, puliti, con capelli corti e ordinati, barbe stilizzate e curate, tradizionali tuniche lunghe e flessuose chiamate "dishdasha" perfettamente pulite e inamidate come appena uscite da una lavanderia e colorati copricapo il tradizionale "kummah" arricchito da ricami colorati e senza il quale nessun omanita uscirebbe di casa.
Alcuni invece indossano dei veri e propri turbanti, ancora più arditi, colorati e raffinati.

 

blog-single-image

 

Non solo l'occhio verrà colpito dall'eleganza degli omaniti, ma sopratutto l'olfatto sarà solleticato da numerose essenze ed effluvi da profumi d'incenso, sandalo, rosa, agrumi ecc...
Sono gli uomini omaniti, delle vere e proprie caravelle ambulanti di profumi esotici !
L'ornamento principale della dishasha è il  furaka,  un fiocco di seta come un ciondolo,  cucito lungo il colletto che viene bagnato nel profumo e lascia delle scie odorose nell'aria.

 

Tra l'altro l'Oman è famoso per la produzione dell'incenso che viene dalle regioni del sud, quelle vicine al mitico Yemen, le piante del franchincenso dalla cui resina si ottengo i granelli odorosi. Incenso che viene venduto in tante varianti profumate nei vari suk cittadini e utilizzato anche per la produzione di profumi. Ricordiamo il mitico Amouage, una casa di produzioni profumi omanita, molto apprezzati all'estero e tra i cui estimatori ci sono la regina Elisabetta e Putin.

 

Profumati, ordinati nell'abbigliamento e nell'estetica, insomma gli uomini omaniti ci tengono alla forma, soprattuto i giovani, qui in Oman più del 70 % ha un'età inferiore ai 35 anni, e per le strade della capitale si fanno notare anche per la loro camminata elegante e ricca di fascino, dietro occhiali da sole all'ultima moda e cellulari appena usciti in vendita.

Ma uno straniero si può vestire anche lui con il tradizionale abito omanita maschile ? Certo che sì, e se lo farete sarete molto apprezzati dai locali, è un modo di rispettare la tradizione e di omaggiare il popolo omanita, oltre ad essere estremamente pratico, comodo e fresco.

Nei souk e nelle città ci sono numerosi negozi dove potete trovare tuniche di tutte le misure e colori, dal tradizionale bianco ai colori crema, nocciola, marroncino, verde acquamarina, celeste, azzurro. Il negoziante vi misurerà con un metro da sarto e vi farà provare tutte le dishasha che desiderate.
E dopo potere acquistare in un'altro negozio il copricato tradizionale a berretto il più formale e fascinoso turbante. Infine non resta che comprare un profumo locale maschile e spargere effluvi orientali per le strade dell'Oman ...

 blog-single-image

 

Le destinazioni di viaggio

Scegli la meta del tuo prossimo viaggio con Explore Today